Trends

0
Floral garden

Intefilière ’17 SS 18

Agenda

0
COVER_PLUS_104_04

I diktat della moda

Colorata, tecnica, casual, giovane, l’immagine della moda si reiventa e interpreta il nuovo modo di essere dei consumatori.

I tessuti affiancano con produzioni sempre più ricercate lo stile dell’abbigliamento e della lingerie. Fibre tecniche, performanti e ultraleggere, offrono spunti per collezioni singolari e innovative, come da Interfilière, poiché la moda come la lingerie è un modo di essere e non di apparire.

M.C.B.

Plus Magazine | 104 | Cover Boselli sport SS 18

cover02

Foreground

0
2

Il ruolo del Retail oggi in Italia

Come il Digital Retail ha cambiato il mercato

Capire oggi quali siano le migliori strategie di mercato per le aziende che operano nel Retail è diventato davvero complesso; da una parte la domanda stagnante con una lentissima ripresa, dall’altra la crescita degli eCommerce che, basati su modelli di business lowcost, inducono un generale clima di incertezza sugli operanti nel settore. Il discorso diventa ancor più intricato, parlando del mercato italiano, poiché si tratta di un mercato molto più frammentato rispetto al resto del mondo; infatti ciò che distingue l’Italia dal resto del mondo sono proprio le piccole imprese che rappresentano le maggiori produzioni per il nostro paese. Soprattutto per queste motivazioni è diventata fondamentale e necessaria la digitalizzazione. Così l’Osservatorio Innovazione Digitale del Retail ha eseguito e presentato, lo scorso Novembre, un’analisi su un campione dei primi 300 retailer italiani, dimostrando come le imprese si stanno muovendo a fronte del panorama prospettato: consumatori digitali, domanda in lenta ripresa, frammentazione dell’offerta, aumento della complessità dei processi, aumento della competitività. È emerso che l’approccio più corretto per introdurre l’innovazione con la nuova realtà è quello di prevedere in primo luogo la “contaminazione”, ossia una collaborazione tra vecchia e nuova generazione, in modo da aggiungere valore e acquisire nuova esperienza e conoscenza. Si deve inoltre agire su ogni livello: back-end, front-end, omnicanalità e puntare sull’inserimento nelle aziende di nuove figure professionali, oggi ancora poco diffuse; si parla di figure professionali estremamente qualificate e necessarie per uno sviluppo decisivo nella digitalizzazione e non solo.

1

I top retailer infatti ricercano per le proprie imprese tre figure principali: eCommerce Manager, Customer Relationship Management specialist, Digital Officer e prediligono appunto una collaborazione finalizzata ad implementare le prestazioni della digitalizzazione, ma anche l’esperienza in store. Risulta quindi necessario integrare il negozio fisico e l’on-line, conoscere meglio i clienti e inoltre rendere memorabile l’esperienza dei cinque sensi, attraverso un significativo coinvolgimento cognitivo e affettivo in store.

Analizzando come i top retailer hanno aggiornato i propri sistemi di promozione, vendita, soprattutto on line, l’Osservatorio ha constatato che l’88% di essi possiede versioni on-line e mobile di cui il 55% ha l’eCommerce mobile, il 64% l’eCommerce on-line, inoltre il 73% sul totale si trova solo nel settore del fashion. Nel mondo del fashion l’eCommerce è arrivato tardi, nonostante la costante attività di rinnovo, il retail è in un momento di calo, soprattutto se si guarda ai monomarca; di grande tendenza è invece il Flagship store che porta con sé anche grandi investimenti nel digital e anche nel social. Alla tavola rotonda tra gli altri ha partecipato Marcello Vignocchi – Innovative Solutions Director di Gucci – che ha delineato non solo tale scenario, ma ha rimarcato le difficoltà delle imprese nel settore, per migliorare le prestazioni nel back-end e nel rapporto con i clienti. La tecnologia deve dunque servire come mezzo per raggiungere una solida relazione con i clienti, diventati “people”, e in questo processo i social hanno un ruolo di grande importanza. In Italia il mercato eCommerce raggiunge una penetrazione del 5% sul totale acquisti retail, nello specifico l’eCommerce da smartphone vede una crescita del 63%, con una distinzione in diversi settori: turismo +10%, informatica/elettronica +28%, arredamento/home living +48%, food/grocery +30%, abbigliamento +27%.

In generale si parla di un Poly-Customer Journey in store, perché il fine è appunto quello di offrire più di una customer experience, cercando di integrare questo “percorso” con quello offerto dall’on-line. Allora, se da una parte si assiste ad un nuovo tipo di marketing, il “Marketing Sartoriale” che prevede, ad esempio, lo sviluppo di showroom il cui concept diventa quello di raccontare un brand, la storia dell’azienda, dall’altra si fanno necessarie nuove soluzioni per ottenere un perfetto “su misura” e customizzazione dei prodotti sfruttando appunto l’implementazione digitale, col fine di stimolare la parte emozionale dei clienti, fidelizzandoli.

2

Yarn & sustainability

0
Fulgar_Dettaglio Impianto filatura

Fulgar punta sull’ambiente: obiettivo “fibra sostenibile”

Focus 2017-2018: legwear

Fulgar, eccellenza italiana e principale produttore europeo di nylon e filati ricoperti, che dal 2009 porta avanti una solida partnership con il gruppo INVISTA per la distribuzione esclusiva europea della fibra LYCRA®, si è concentrata sul tema dell’impegno green.

L’ambiente e la sostenibilità dei propri prodotti sono sempre stati fattori di grande importanza per Fulgar, non sorprende quindi l’ulteriore impegno che questo Gruppo si è preso, sottoponendosi alla valutazione LCA. Si tratta del Life Cycle Assessment, ossia un metodo che valuta un insieme di interazioni che i prodotti di una determinata azienda hanno con l’ambiente; si considera il loro intero ciclo di vita (pre-produzione, produzione, distribuzione, uso, riciclaggio e dismissione finale). Tale impegno dimostra pienamente la volontà concreta dell’azienda di puntare su un’evoluzione ecosostenibile degli impianti di produzione, della ricerca di nuovi materiali e soluzioni di processo. Così il Marketing Manager di Fulgar ha commentato tale svolta: “Oggi più che mai la competitività di un’azienda si misura sulla “Reputation”, una complessa alchimia di fattori dove gli aspetti etici, come la sostenibilità ambientale, hanno sempre maggiore importanza. Il consumatore contemporaneo è consapevole e informato e desidera orientare le proprie scelte d’acquisto verso prodotti ritenuti “puliti” in ogni aspetto del loro ciclo di vita. Il lavoro di raccolta dati ed analisi di tutte le fasi di vita del prodotto che caratterizza lo studio LCA – Life Cycle Assessment – non solo ci permette di interpretare e migliorare la nostra strategia, sia in termini ambientali che di performance produttive, ma ci offre anche la possibilità di dare ai brand finali e alle grandi catene distributive una visione chiara e precisa di quale sia l’impatto ambientale dei nostri filati”.
In definitiva, dalle analisi effettuate, è risultato che QNOVA®, la cui produzione è caratterizzata da un sistema di riciclo meccanico e non chimico con una filiera a km zero, si conferma come prodotto dall’impatto ambientale bassissimo in termini di emissioni di CO2. Non solo, di fondamentale importanza i dati emersi riguardanti la differenza tra la produzione dei filati sintetici e i cotoni; dallo studio condotto emerge, infatti, come il cotone risulti essere altamente inquinante – con percentuali di impatto tra il 60% e l’80% superiori rispetto ad altre categorie di fibre e filati – a causa degli elevatissimi consumi di acqua legati alla fase di coltivazione.

Fulgar_Dettaglio Impianto filatura

Fulgar – Dettaglio impianto filatura

In collaborazione con Fulgar, INVISTA ha curato la LEGWEAR INNOVATION DAY 2016, interamente dedicata al comparto legwear, in cui sono stati affrontate le novità di tendenze e di prodotto per tale segmento, attraverso vari interventi curati dagli esperti delle due aziende dedicati alle tendenze fashion del prossimo biennio 2017-2018, alle ultime tecnologie del marchio della fibra LYCRA® e alle eco-innovazioni di Fulgar. Con tali innovazioni LYCRA®, sempre al passo coi tempi e attento ai cambiamenti del mercato, sarà presente al prossimo SIL a Parigi con le sue nuove tecnologie brevettate. Tre, in particolare, le tecnologie presentate: la tecnologia Super Summer Sheer del marchio LYCRA® concepita per offrire nuove opportunità di utilizzo delle calze ultra velate, anche in estate; LYCRA® ENERGIZE™ con tecnologia FUSION™ per proposte legwear con doti di compressione; MADE TO FIT YOU, l’innovazione a marchio LYCRA® dedicata alla progettazione un nuovo polsino, più confortevole, per i gambaletti. Accanto alle tre innovazioni principali, sono stati definiti sette macro temi per calze e collant (woman/man):

Fairs

0
1

SIL & INTERFILIÈRE ‘17

Fili preziosi

Gennaio 2017 ancora insieme, il Salon International de la Lingerie (SIL) e INTERFILIÈRE per proficue collaborazioni sinergiche nel mondo del tessile e confezionato; con 166 espositori di cui 35 assolute novità, come Tintex, MCM Milano Pizzi e tanti altri. Questa edizione del SIL vedrà come protagonista della fiera il “filo prezioso”. Il filo, in senso metaforico, rappresenta ciò che è alla base della manifestazione, ossia il ruolo di guida e fornitore di informazioni di semplice lettura del mercato per i visitatori e gli espositori. Il tutto è pensato per poter presentare produzioni che soddisfino la domanda più qualificata del settore. Un’Area Trends e venti conferenze al giorno. Quattro le tendenze annunciate come chiave di lettura per le collezioni moda Fall -Winter 17/18: “Essere zen” – il regno del disegno, “Essere Decorativa” – lo spirito artistico, “Essere Nostalgica” – il savoir-faire prima di tutto, “Essere scandalous” – un’ode al piacere. Le tendenze nascono dall’esigenza di offrire ispirazione per i prossimi must-have, grazie a quattrocentottanta marchi appartenenti a sei differenti “universi”: collezioni lusso, brand di designer emergenti, brand iconiche di lingerie, brand iconiche di corsetteria, brand di collant e calzini, brand 100% man.

1

Per INTERFILIÈRE, invece, verrà proposto come punto focale la “luminosità” nei diversi segmenti: lingerie, loungewear, athleisure, attraverso un’azione combinata di tecnologia ed estetica. Il tutto sarà corredato da quattro temi di ispirazione “garden”, in diverse declinazioni: Floral garden, Erotic garden, Garden of the mind, Techno garden. Si tratta di un evento unico che riunisce il mercato internazionale dei tessuti e accessori per l’underwear, il beachwear, l’activewear, avendo come focus l’esprit della femminilità. Questa edizione vede trionfare la Boselli che nell’ultimo anno si è impegnata nello sviluppo di una “lean production”, concentrandosi quindi sull’individuazione degli sprechi e il coinvolgimento attivo di ogni componente dell’azienda. Proprio questo grande lavoro di team, l’innovazione e la qualità hanno permesso all’azienda di vincere il riconoscimento “Créateur de l’année 2017” in occasione appunto dell’INTERFILIÈRE 2017 a Parigi.

Alcune anticipazioni di produttori di riferimento per le materie collezioni S/S 2018

Eusebio introduce una linea assolutamente nuova, dedicata allo sport, l’athleisure, il tempo libero; ACE (Active Clothing by Eusebio) contiene una trentina di nuovissimi tessuti dalle più svariate caratteristiche e colori. Si tratta di tessuti super-elasticizzati in cotone, microfibre in nylon super-elastiche in finezze alte, felpe tecno, tessuti double face e piquet doppi, laminature bianco su bianco, iridescenti; i colori vanno dal bianco ottico alle tonalità sorbetto, il nero e i grigi melange.

Maglificio Ripa, dopo aver firmato il protocollo DETOX, presenta la linea DEEP che rimarca il suo impegno nella sostenibilità dei suoi prodotti. La linea è ottenuta dalla combinazione dell’elastomero COLOUR PERFECT ROICA by Asahi Kasei con il poliammide riciclato Qnova ed Evo di Fulgar. Si tratta di una gamma di tessuti che mirano a diventare degli evergreen, caratterizzati da tessuti uniti leggerissimi e jacquard.

Tessitura Colombo presenta una collezione di pizzi molto ampia con una parte dedicata all’intimo e la lingerie in quattro temi: urban jungle, desert flower, the goddess, lace & denim; un’altra parte dedicata alla collezione per esterno arricchita da una nuova LYCRA specifica per sportswear e beachwear, con toni accesi e filati fluo nel giallo e nell’arancio.

Eurojersey sorprende con nuove stampe e tecnologie dei tessuti Sensitive® Fabrics, per una lingerie versatile, performante, ma anche sensuale e contemporanea, presentando cinque differenti temi: Easy, Cheerful, Seduction, Romance, Sporty. Due invece le innovazioni tecniche, da una parte la Tecnologia Precut che sfrutta il piazzamento della stampa di una bordura dalle diverse dimensioni direttamente sul tessuto e pronta per essere utilizzata nel piano dei tagli di capi; dall’altra la Tecnologia Garments Rubber Free che garantisce una elevatissima elasticità, senza necessità quindi di aggiunte di elastici, ferretti e coppe, realizzati invece usando lo stesso tessuto.

Brugnoli, dopo aver vinto l’anno scorso il premio “Designer of the Year 2016, categoria swimwear”, presenta numerosi ampliamenti di gamma e nuove famiglie di tessuto. La famiglia Tenda si arricchisce di nuovi giochi di trasparenze, grazie a disegni geometrici con jacquard, piccoli motivi e forme, nei colori estivi e freschi oppure su richiesta del cliente; anche la famiglia Messico e Argentina, Perù e Venice, si avvicinano al mondo della lingerie con nuove trasparenze. Sempre per la lingerie, con tessuti impalpabili e confortevoli, le linee Azoto, Microclima con Cooling technology a marchio LYCRA® BEAUTY. Inoltre nuove proposte nella collezione 100% cotone e Br4 by Brugnoli, nella prima è stato migliorato l’effetto seta e l’aspetto shiny, con piccoli motivi à jour, nella seconda sono stati aggiunti nuovi pesi e lavorazioni, sempre 100% bio-based.

Anticipazioni SIL Fall/Winter 2018

Ysabel Mora punta al comfort, presentando una collezione fatta di capi caldi, morbidi, dalle tonalità tranquille; si tratta di proposte femminili per lei ed eleganti per lui. La linea femminile interamente corredata di intimo al taglio laser, nelle tonalità pastello e fantasie floreali o geometriche; le calze e i jeans seguono le curve del corpo, per uno shaping ed effetto push-up perfetti, accanto alla linea contenitiva sempre efficace, ma seducente.

Parah continua la sua ricerca nello stile e nell’artigianalità, qualità distintive del brand; la collezione Parah, corsetteria e lingerie, mostra un’evoluzione che cerca di andare oltre la dimensione puramente intima. Sexy, misteriosa, aggraziata e romantica, raffinata, nel nero e bordeaux, il classico blu o le fantasie floreali, fino ad abbinamenti più sofisticati. Nuovi protagonisti assoluti i body che aggiungono valore alla loro natura di puro e semplice intimo, diventando audaci ed eleganti sotto giacca da abbinare a gonne e pantaloni. Quattro le serie: Odette, Romantic Macramè, Monique, Pauline; accanto a queste serie la nuovissima collezione Parah Resort, dedicata alla clientela più cosmopolita. Si tratta di una collezione luxury, fatta di bikini, interi e fuori acqua da usare in vacanze e viaggi, in una visione del tutto destagionalizzata; tessuti preziosi, fluidi e impalpabili, jersey e pura seta, arricchiti da paillettes e ricami.

Zimmerli of Switzerland’s presenta una collezione donna dallo stile composto, per una donna contemporanea, influenzata dal design, la letteratura, l’avanguardia; la collezione “Shades of opulence” caratterizzata dall’uso della lana e della seta, del modal. Per un nightwear e un homewear che esprima un romantico emancipato, al passo coi ritmi della grande città.

Anita presenta una collezione per soddisfare una clientela poliedrica, con due novità principali e vari mood in grado di soddisfare le esigenze e le “curve” di ogni donna. La collezione Edelweiss in nero, seducente ed elegante; Selma, sofisticata, trendy; Twin in antracite, raffinato best-seller, per tutti i giorni. Le altre collezioni disponibili in morbida microfibra, tulle e pizzo, dai colori più classici ai ricercati caramello, cioccolato, fantasie floreali e blu capri: Josephine, Reggiseno Louisa, Luminoso Blue Capri, Ophelia, Big Cup.